PUNTO 1-Telecom Italia, Telefonica vende bond convertendo

venerdì 20 giugno 2014 18:01
 

(Riscrive aggiungendo contesto)

MADRID, 20 giugno (Reuters) - Telefonica ha venduto il prestito convertendo Telecom Italia sottoscritto lo scorso novembre, realizzando una plusvalenza di oltre il 30%.

Una fonte della compagnia spagnola ha detto che l'operazione è stata fatta per "motivi finanziari". Telefonica ha venduto per 139 milioni il prestito convertendo Telecom Italia sottoscritto lo scorso novembre per 103 milioni.

Gli analisti si chiedono se gli spagnoli abbiano deciso di vendere la quota nel gruppo italiano, ancora prima di tentare un'operazione in Brasile che potrebbe risolvere i problemi con l'autorità antitrust.

Telefonica non ha dato indicazioni sulla questione. E' probabile però che, in tempi non brevissimi, si troverà ad affrontare un nuovo pronunciamento dell'antitrust brasiliana (Cade), in seguito al prossimo scioglimento di Telco, dopo che i soci italiani hanno deciso di lasciare.

Telco, holding che controlla il 22,4% di Telecom Italia, è partecipata da Telefonica, Mediobanca, Intesa Sanpaolo e Generali.

L'AD Marco Patuano ha detto che la decisione di sciogliere la holding andrà notificata al Cade.

Telefonica con l'accordo di novembre dello scorso anno ha aumentato la partecipazione in Telco, ma lasciando immutati i diritti di voto, quindi la sua posizione in termini di controllo del gruppo italiano.

Si potrebbe quindi argomentare che, con lo scioglimento della holding, la sua partecipazione aumenterà (dal 10,4% che corrisponde alla quota dei diritti di voto, al 14,8%, che corrisponde alla quota in Telco inclusi le azioni senza diritti di voto), quindi in deroga alle intese con il Cade.   Continua...