Crac Divania, gup proscioglie 20 imputati da accusa truffa e estorsione

venerdì 20 giugno 2014 13:24
 

BARI, 20 giugno (Reuters) - Il gup di Bari ha prosciolto 20 imputati dall'accusa di truffa aggravata, appropriazione indebita ed estorsione nell'ambito dell'inchiesta sul crac Divania, società che secondo gli inquirenti sarebbe fallita sotto il peso di perdite dovute ai derivati.

Lo riferiscono fonti giudiziarie. Non sono state rese note le motivazioni.

Tra gli imputati nel procedimento, parte di un'indagine partita nel 2011, vi sono Luca Fornoni e Davide Mereghetti, all'epoca dei fatti manager di Unicredit.

Un secondo filone dell'inchiesta vede indagati l'AD di UniCredit Federico Ghizzoni e il suo predecessore Alessandro Profumo, attualmente presidente di Mps, con l'ipotesi di reato di bancarotta.

Tutte le persone coinvolte hanno sempre ribadito la correttezza del proprio operato.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

  Continua...