Ue, "cose si stanno muovendo" su regole deficit - premier francese

venerdì 20 giugno 2014 12:10
 

PARIGI, 20 giugno (Reuters) - Il primo ministro francese Manuel Valls ha detto oggi che le regole dell'Unione europa su deficit e debito pubblico dovrebbero essere più flessibili nella loro applicazione e ritiene che questa idea stia prendendo piede nelle capitali europee.

Parlando prima del Consiglio europeo della prossima settimana, Valls ha detto in un'intervista radiofonica che le regole devono essere rispettate, "ma questo significa anche che per il futuro si dovrà fare una distinzione tra valutazioni di bilancio e investimenti".

"Le cose iniziano a muoversi", ha detto il premier alla radio pubblica France Inter. "Sì, c'è bisogno di una maggiore flessibilità e bene hanno fatto a dirlo sia il vice cancelliere tedesco Sigmar Gabriel che il premier italiano".

"Tutto questo dev'essere fatto nel rispetto dei trattati (Ue) e in concertazione tra tutti i leader", ha aggiunto Valls, alludendo alla riluttanza tedesca a prendere in considerazione qualsiasi clausola di riserva sulla riduzione del deficit pubblico.

"Si deve rispettare la posizione della cancelliera Angela Merkel, ma oggi dobbiamo anche agire avendo in mente la crescita e l'occupazione".

I ministri dell'eurozona che si sono incontrati ieri a Lussemburgo hanno convenuto che la Ue possa accordare flessibilità sui tempi di aggiustamento dei bilanci pubblici ai paesi che adottano riforme pro crescita - ma prima devono dimostrare che gli sforzi in tal senso siano in atto.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia