Generali, iter scissione Effeti procede, Fondazione Crt terrà quota-Lapucci

giovedì 19 giugno 2014 12:27
 

TORINO, 19 giugno (Reuters) - Il processo di scissione di Effeti, il veicolo formato da Fondazione Crt e Ferak e azionista di Generali con il 2,15%, va avanti ma l'ente torinese, una volta ottenuta la quota in trasparenza non ha intenzione di uscire dal gruppo triestino.

Lo ha detto Massimo Lapucci, segretario generale di Fondazione Crt, a margine di un evento a Torino.

"Siamo procedendo con la separazione. Ognuno terrà la sua parte. Il processo è avviato, la scissione ha i suoi tempi", ha dichiarato Lapucci.

"La scissione - ha aggiunto - non significa che abbiamo intenzione di uscire da Generali".

Ferak a sua volta è un veicolo partecipato da Palladio, Finanziaria Internazionale, famiglia Amenduni e Veneto Banca.

(Gianni Montani)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia