Forex, dollaro a minimi 3 settimane dopo Fed più morbida attese

giovedì 19 giugno 2014 10:25
 

LONDRA, 19 giugno (Reuters) - Il dollaro viaggia sui minimi
da tre settimane nei confronti del paniere delle principali
valute, in risposta ai toni più accomodanti del previsto da
parte della Federal Reserve al termine del comitato di politica
monetaria.
    Se da un lato l'istituto centrale americano ha prospettato
un rialzo del costo del denaro più rapido di quanto
precedentemente indicato per il prossimo biennio, dall'altro ha
abbassato il target per i tassi di riferimento a lungo termine,
a segnalare un lieve declino della crescita nel lungo periodo.
    L'indice del dollaro, che misura l'andamento del biglietto
verde nei confronti delle principali controparti valutarie,
intorno alle 10,00 cede lo 0,4% a quota 80,257, sui
minimi da circa tre settimane.
    Il biglietto verde perde terreno nei confronti dell'euro,
che avanza dello 0,25% a quota 1,3631 dollari, il livello più
alto da dieci giorni a questa parte. 
    La valuta Usa cede anche nei confronti della divisa
nipponica, scivolando dello 0,16% a quota 101,74 yen.
    "La debolezza del dollaro con buona probabilità sarà
persistente a meno che non si assista a un netto cambio di rotta
della comunicazione della Fed, quindi ci sono rischi al rialzo
per l'euro", commenta Sue Trinh, strategist valutaria di Rbc
Capital Markets.
        
                             ORE 10,00               CHIUSURA
 EURO/DOLLARO         1,3631/33                 1,3595  
 DOLLARO/YEN          101,76/79                 101,91  
 EURO/YEN          138,69/74                 138,57 
 EURO/STERLINA     0,8011/15                 0,7998  
 ORO SPOT         1.280,59/1,21          1.277,50/9,30
    
   
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia