Borsa Milano chiude su massimi di seduta, bancari in evidenza

venerdì 6 giugno 2014 17:57
 

MILANO, 6 giugno (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso sui massimi di seduta sulla scia del nuovo pacchetto di stimoli alla crescita varati ieri dalla Bce e dopo la pubblicazione dei dati sull'occupazione negli Stati Uniti.

Ieri l'istituto centrale europeo ha infatti annunciato il taglio dei tassi di riferimento e stabilito per la prima volta un valore negativo sui depositi. Ha inoltre annunciato che interromperà la sterilizzazione della liquidità generata dal programma Smp, varerà un programma di acquisto Abs, offrirà nuovi finanziamenti a lungo termine alle banche e continuerà a garantire l'allocazione della liquidità a rubinetto, tenendosi pronta ad intervenire ancora con rapidità se necessario.

In un clima già positivo, il dato sull'occupazione Usa, che ha confermato la ripresa del paese, ha portato a un'accelerazione dell'indice. Gli occupati non agricoli sono cresciuti di 217.000 unità il mese scorso, sostanzialmente in linea con le attese di un aumento di 218.000 unità. Il tasso di disoccupazione è rimasto stabile al 6,3%.

L'indice FTSEMib ha chiuso in rialzo dell'1,54%, l'Allshare dell'1,49%, mentre l'indice europeo FTSEurofirst 300 segna +0,53%. A Milano volumi per 3,87 miliardi di euro.

Le banche, e in particolare le popolari, guidano i guadagni del listino principale, aiutate anche dalla nuova discesa dello spread dei rendimenti fra i titoli di stato italiani e tedeschi sotto 150 punti base sia per i diversi aumenti di capitale in procinto di partire. POP MILANO è balzata del 7%, POP EMILIA e BANCO POPOLARE hanno guadagnato oltre il 5%, INTESA SP oltre il 4% e UNICREDIT l'1,88%.

MPS, che lunedì partirà con l'aumento di capitale, ha invece ceduto quasi il 2% dopo che ieri sono stati resi noti i termini della ricapitalizzazione.

Le indicazioni dei termini dell'aumento, anche questo in partenza lunedì, hanno invece spinto al rialzo POP SONDRIO (+5,71%).

Negativa invece BANCA CARIGE che cede il 2,3% in vista dell'aumento di capitale da 800 milioni e delle dismissioni del pacchetto residuo del 10% circa della banca da parte della Fondazione.

ITALCEMENTI ha chiuso in rialzo dello 0,85%,anche in questo caso risentendo dell'aumento in partenza lunedì.   Continua...