June 6, 2014 / 12:06 PM / 3 years ago

PUNTO 1-Ilva, Gnudi nuovo commissario straordinario

3 IN. DI LETTURA

(Aggiorna con dettagli su Gnudi, contesto)

ROMA, 6 giugno (Reuters) - Piero Gnudi sarà il nuovo commissario straordinario dell'azienda siderurgica Ilva.

Lo ha annunciato Palazzo Chigi nel comunicato emesso al termine del consiglio dei ministri.

"Il presidente [Matteo Renzi] ha informato il Consiglio sull'intendimento del governo di nominare il nuovo commissario straordinario per la società Ilva, in considerazione della scadenza dell'incarico conferito a Enrico Bondi lo scorso anno. Il nuovo commissario straordinario sarà Piero Gnudi", dice la nota.

Gnudi, 76 anni, è stato tra l'altro presidente dell'Enel , liquidatore dell'Iri (dopo aver sovrinteso alle privatizzazioni dell'istituto), ministro del Turismo e degli Affari regionali nel governo Monti.

Il mandato di Bondi, nominato nel giugno dello scorso anno dal governo Letta, è scaduto due giorni fa.

Il governo deve ancora decidere se confermare o meno nell'incarico il sub commissario Edo Ronchi, ex ministro dell'Ambiente, anche lui scaduto dall'incarico ai primi di giugno.

Fase Delicata

La nomina di Gnudi avviene in un momento delicato per l'Ilva, commissariata dal governo per consentirle di rispettare le prescrizioni previste dall'Aia (autorizzazione integrata ambientale) varata dopo che nell'estate del 2012 la magistratura sequestrò parte degli impianti di Taranto in un'inchiesta per disastro ambientale con decine di indagati.

Il commissario Bondi ha presentato al governo un piano industriale - che fa seguito a quello ambientale, già approvato a maggio da Palazzo Chigi - che deve essere valutato entro metà giugno, e che però è contestato sia dai Riva - la famiglia proprietaria dell'azienda - che da Federacciai.

Il piano prevede complessivamente 4,1 miliardi di spesa, compresa la bonifica ambientale e un aumento di capitale stimato in 1,8 miliardi di euro.

Nel frattempo l'azienda necessita di un finanziamento ponte dal valore di circa un miliardo di euro, per far fronte alla crisi di liquidità e di produzione. Secondo Federacciai, Ilva oggi perde tra i 60 e gli 80 milioni di euro al mese.

Il governo ha avviato contatti con il gigante mondiale dell'acciaio ArcelorMittal e con almeno due aziende italiane - Marcegaglia e Arvedi - per evitare la chiusura di Ilva. Gli stessi Riva si sono detti d'accordo nel partecipare al previsto aumento di capitale, ma nelle scorse settimane avevano chiesto al governo di non riconfermare Bondi (ultimo amministratore delegato dell'azienda prima del commissariamento) e di poter intervenire sulla governance di Ilva.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below