Vodafone, in alcuni paesi a governo accesso diretto a intercettazioni

venerdì 6 giugno 2014 11:58
 

LONDRA, 6 giugno (Reuters) - Vodafone, il secondo operatore di telefonia mobile al mondo, ha detto oggi che le agenzie governative di un piccolo numero di paesi in cui opera hanno accesso diretto alla sua rete e sono in grado di ascoltare le chiamate.

Le agenzie della sicurezza in tutto il mondo, soprattutto in Usa e Gran Bretagna, sono sotto osservazione da quando Edward Snowden, ex-contractor dell'agenzia per la sicurezza nazionale Usa (Nsa), ha svelato l'estensione della loro sorveglianza.

Vodafone oggi ha pubblicato un "Disclosure Report" in cui spiega che, mentre in molti dei 29 paesi in cui opera le agenzie governative hanno bisogno di autorizzazioni legali per ascoltare le chiamate, in altri non succede. La società aggiunge di non poter dare una immagine completa di questo tipo di dato perché in diversi paesi è contro la legge svelare questo genere di informazioni.

"In un piccolo numero di paesi la legge dice che specifiche agenzie e autorità devono avere accesso diretto alla rete di un operatore, bypassando qualsiasi forma di controllo operativo", spiega Vodafone, che non nomina i paesi in cui ciò accade ma chiede ai governi di emendare la legge, in modo che le intercettazioni possano avvenire solo con motivazioni legali.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia