Btp in rialzo, Draghi soddisfa mercato e spread tocca 150 pb

giovedì 5 giugno 2014 17:35
 

MILANO, 5 giugno - Il secondario italiano archivia in rialzo
una seduta che ha visto la Bce soddisfare a grandi linee le
aspettative del mercato innescando nuovi acquisti sulla curva
italiana, in particolare sul tratto a breve. Sebbene le
decisioni dell'istituto centrale apparissero già prezzate,
prosegue quindi il movimento di irripidimento della curva
registrato nelle ultime sedute proprio sull'attesa dell'annuncio
Bce. 
    "Le possibilità di un calo del mercato dopo l'entusiasmo che
aveva preceduto il meeting erano forti, invece la Bce ha
soddisfatto gli investitori: il rendimento del decennale è sceso
sotto il 3%, lo spread è arrivato fino a 150 punti base e
continua il movimento di irripidimento della curva" dice un
trader italiano. 
    In linea con le attese di analisti e mercati finanziari la
Banca centrale europea al termine del consiglio mensile di
politica monetaria ha annunciato il taglio dei tassi di
riferimento e stabilito per la prima volta un valore negativo
sui depositi. Il costo del denaro nei diciotto Paesi della zona
euro passa da 0,25% al nuovo minimo storico di 0,15%. Il tasso
sui prestiti marginali è scaso a 0,40% da 0,75% e il livello dei
depositi overnight a -0,10% da zero, con un corridoio che si
stringe a mezzo da tre quarti di punto percentuale.
    "Draghi in sostanza ha confermato che la Bce proseguità in
alcune operazioni straordinarie" dice il trader. 
    Il presidente della Bce Mario Draghi, nella consueta
conferenza stampa che fa seguito all'annuncio di politica
monetaria, ha dichiarato che l'istituto centrale interromperà la
sterilizzazione della liquidità generata dal programma Smp, si
prepara a varare un programma di acquisto di cartolarizzazioni
(Abs), offrirà nuovi finanziamenti a lungo termine alle banche e
continuerà a garantire l'allocazione della liquidità a
rubinetto, tenendosi pronta ad intervenire ancora con rapidità
se necessario. Sul programma di acquisto di Abs il presidente
della Bce ha sottolineato che non ne è stato al momento discusso
l'importo, ma solo il fatto che debba essere legato al settore
non finanziario dell'economia.
    "L'euroforia ha determinato movimenti più ampi di quelli che
po il mercato ha consolidato, ma la reazione è stata comunque
molto positiva" dice un altro trader.
    Il rendimento del decennale di riferimento è sceso fino a
2,923%, per chiudere a 2,940%, lo spread è sceso fino a 150,1,
nuovi minimi da metà maggio, per chiudere a 158 punti base. La
parte breve ha continuato a far meglio del tratto lungo, con un
unteriore irripidimento della curva dei rendimenti, mentre
sull'onda dell'euforia il future sul Btp è arrivato fino a
125,72, con un rialzo di 92 tick sulla precedente chiusura.
    
  
 ============================ 17,30 ==========================
FUTURES BUND GIUGNO         146,21   (+0,28)  
FUTURES BTP GIUGNO          125,60   (+0,80)   
BTP 2 ANNI (MAR 16)     103,028  (+0,225)  0,667%
BTP 10 ANNI (MAR 24)   113,297  (+0,649)  2,940%
BTP 30 ANNI (SET 44)   111,317  (+0,232)  4,136% 
========================= SPREAD (PB)===========================
           
                                                 ULTIMA CHIUSURA
 
TREASURY/BUND 10 ANNI  123           123 
BTP/BUND 2 ANNI           63            74        
 
BTP/BUND 10 ANNI       158           163 
  livelli minimo/massimo            150,1-163,6   162,2-165,4   
BTP/BUND 30 ANNI       184           184
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   227,3         223,2  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  119,6         113,4
===============================================================
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia