PUNTO 1-Prada, risultati trim1 sotto attese, valuta se aggiornare guidance

giovedì 5 giugno 2014 16:31
 

(Aggiunge dettagli)

5 giugno (Reuters) - Prada chiude il primo trimestre con risultati in calo e inferiori alle attese degli analisti - sotto pressione per l'effetto cambi, la debolezza del canale wholesale e un calendario sfavorevole per quanto riguarda il Capodanno Cinese - e prende tempo per confermare o eventualmente aggiornare la guidance sull'intero anno.

Il gruppo è comunque fiducioso che le pressioni sui margini si allenteranno durante l'esercizio e che la forte contrazione del segmento wholesale registrata nei primi tre mesi non si ripeterà.

"Per i prossimi mesi il management si focalizzerà sul miglioramento della performance dei negozi sia con uno stretto controllo sui costi che con azioni per sostenere le vendite", si legge nel comunicato sui risultati. "Il management sta monitorando attentamente lo sviluppo dei mercati, per quanto riguarda geografie e prodotti, al fine di aggiornare, se necessario, la guidance sui risultati 2014".

"In questo momento non abbiamo abbastanza visibilità per esprimere una visione più precisa per la fine dell'anno, sarà meglio aspettare ancora un po'", ha commentato il Cfo Donatello Galli nella conference call seguita ai risultati.

Nei tre mesi al 30 aprile 2014 il gruppo italiano del lusso - quotato a Hong Kong - ha registrato un Ebitda di 213,9 milioni di euro, pari a un margine del 27,5% sui ricavi netti, rispetto a 240,8 milioni dello stesso periodo 2013 (margine del 30,8%).

L'Ebit si attesta a 156,3 milioni (margine al 20,1%) da 195,7 milioni (25,0%), l'utile netto è pari a 105,3 milioni da 138,2 milioni. I ricavi ammontano nel periodo a 777,7 milioni, in calo dello 0,6% (+3,8% a cambi costanti).

Citi in una nota sottolinea come i risultati odierni siano stati sotto le attese (del 10% circa rispetto al consensus sull'Ebitda), la crescita a parità di negozi - piatta - abbia evidenziato un rallentamento (pur con un certo miglioramento a maggio citato dal management durante la call) e la società non abbia potuto confermare la guidance 2014.

L'intero esercizio sarà probabilmente un anno di crescita sotto tono dei ricavi dopo l'avvio debole e alla luce dei continui investimenti nell'espansione retail, sottolinea il broker.   Continua...