5 giugno 2014 / 13:13 / 3 anni fa

PUNTO 1-Alitalia, ok banche su piano industriale Etihad ma non ancora su debito

(Unisce articoli e aggiunge background)

ROMA, 5 giugno (Reuters) - Parere positivo delle banche sul piano industriale di Etihad per Alitalia, ma trattativa sul debito ancora aperta.

E' quanto emerso nella riunione di stamane a Palazzo Chigi tra il governo e gli istituti creditori del vettore italiano in cui si sono valutate le condizioni poste dal gruppo arabo per entrare nel capitale di Alitalia.

"Si va avanti, le banche hanno espresso una ottima valutazione sul piano industriale" di Etihad ha riferito una fonte vicina alla situazione. Sul debito "si deve ancora lavorare".

Una seconda fonte governativa ha detto che "l'opinione positiva espressa questa mattina dagli istituti di credito sarà ribadita domani dai rappresentanti delle banche nel consiglio di amministrazione di Alitalia" che, tuttavia, sarà ancora interlocutorio.

Il vettore emiratino ha chiesto la cancellazione di 560 milioni di euro e di rinegoziare altri debiti che secondo le fonti variano tra 140 e 200 milioni.

Le banche creditrici hanno proposto di cancellare poco meno di 190 milioni, convertire in azioni poco meno di 400 mlioni e rinegoziare la parte rimanente.

I numeri, tuttavia, sono ancora in discussione e potrebbero variare.

"Si sta lavorando sulla proporzione tra cancellazione e conversione. La parte di debito da cancellare sarà comunque inferiore a quella convertita", ha detto una terza fonte vicina alla situazione.

Etihad, secondo alcune fonti, sarebbe pronta a investire oltre 500 milioni in Alitalia per acquisire fino al 49% del capitale e non incorrere nei limiti Ue. Le regole di Bruxelles non consentono a vettori extracomunitari di avere la maggioranza del capitale o la gestione operativa di una compagnia aerea europea.

Per raggiungere un preaccordo ci vorrà ancora del tempo anche perchè l'amministratore delegato di Alitalia, Gabriele Del Torchio, deve convincere i sindacati a dare il via libera alla riduzione del personale. Ieri il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha parlato di circa 2.500 esubei. Indiscrezioni di stampa hanno detto che il numero potrebbe arrivare anche a 3.000.

Etihad si aspetta anche che il governo riesca a limitare l'operatività della compagnia irlandese Ryanair sugli aeroporti italiani.

(Alberto Sisto e Giselda Vagnoni)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below