PUNTO 3-Acea, Marino taglia cda e compensi, Caltagirone perde un posto

giovedì 5 giugno 2014 14:56
 

(Aggiorna dopo voto assemblea, interventi soci)

di Stefano Bernabei

ROMA, 5 giugno (Reuters) - L'assemblea di Acea ha approvato a maggioranza le proposte del sindaco di Roma, azionista al 51%, che hanno ridotto a sette da nove i componenti del consiglio, nominato i suoi nuovi rappresentanti e tagliato drasticamente i compensi.

Marino ha detto che il Comune opporrà motivazioni per giusta causa contro eventuali ricorsi dei consiglieri revocati.

Il principale socio privato, Francesco Gaetano Caltagirone, ha perso uno dei due rappresentanti in consiglio, mentre il socio francese Suez ha mantenuto i suoi due.

Il nuovo consiglio sarà presieduto da Catia Tomasetti e avrà maggioranza femminile. L'amministratore delegato sarà Alberto Irace.

Contro la riduzione del consiglio hanno votato i soci privati e Suez ha anche detto che Acea dovrebbe pagare i manager in linea con il mercato.

Dopo il voto dell'assemblea, basato sulle tre liste presentate dal Comune e dai grandi soci privati, e considerando il limite dell'8% ai diritti di voto per i soci privati, Roma Capitale prende quindi la metà più uno dei sette componenti, cioè quattro consiglieri, la lista che fa capo a Suez, ha preso circa il 17% dei voti, quindi due posti, mentre quella di Caltagirone poco più del 13%, quindi un solo consigliere.

Francesco Caltagirone, sarà quindi l'unico rappresentante in Acea del gruppo di famiglia, mentre Suez mantiene in consiglio Giovanni Giani e Diane D'Arras.   Continua...