RES PUBLICA-Passera tenta una difficile Opa sul centrodestra

giovedì 5 giugno 2014 11:40
 

di Paolo Biondi

ROMA, 5 giugno (Reuters) - Il giorno del grande annuncio è il 14 giugno prossimo venturo. Ma di segreti da svelare ne sono rimasti pochi. Con la sapiente regia della seconda moglie Giovanna Salza, esperta pr, Corrado Passera ha già lanciato la sua offensiva mediatica.

Non c'è giorno che non sia in tv (martedì sera a Ballarò, ieri una mezza giornata a Rai News24, solo per citare le ultime) o che non abbia una corposa intervista su un quotidiano, preferibilmente orientato a centrodestra (dal colloquio con Ugo Magri sulla Stampa del 28 maggio, all'intervista sul Quotidiano nazionale del 2 e quella su Libero del 3 giugno). Proprio il quotidiano di Maurizio Belpietro, alla ricerca spasmodica di un nuovo leader per il centrodestra, ha spiegato senza veli lo scopo di tanto agitarsi dell'ex Ad di Poste e di Intesa Sanpaolo : lanciare un'Opa sull'intero centrodestra, ereditando - meglio di Barbara e Marina - la leadership di Silvio Berlusconi.

Impresa non facile. Marpioni della politica come Raffaele Fitto, Angelino Alfano e Giorgia Meloni lo guardano di traverso; più al centro gli ex montiani alla Andrea Romano hanno esplicitamente detto di preferire il nuovo leader del centrosinistra Matteo Renzi.

Simona Bonafè, neo europarlamentare del Pd, l'altra sera da Giovanni Floris lo chiamava "Caro Passera" e si mostrava chiaramente alternativa a lui e alla sua linea. E fra tanta benevola stampa, l'editoriale di ieri sul Corriere della sera di Sergio Rizzo ricordava il volo di Passera con Alitalia dove a decollare sono stati solo una montagna di debiti.

La bella Salza dovrà faticare ancora non poco per individuare il giusto prezzo dell'Opa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia