Borsa Milano prosegue negativa, seduta attendista, spunti solo su Enel GP

martedì 3 giugno 2014 12:03
 

MILANO, 3 giugno (Reuters) - Piazza Affari prosegue in calo, peggiorando lievemente dopo il dato sull'inflazione europeo più debole delle attese, in una seduta comunque di attesa in vista delle decisioni che saranno prese nella riunione della Bce giovedì prossimo.

"Sui mercati c'è molta prudenza e gli investitori sono riluttanti a prendere posizione prima della decisioni che prenderà Mario Draghi. E i volumi sono molto contenuti", osserva un trader.

Intorno alle 12,00, l'indice FTSE Mib cede lo 0,47%, l'Allshare lo 0,45%. Il benchmark europeo, l'indice FTSEurofirst300 arretra dello 0,24%. Volumi intorno a un miliardo di euro.

Banche in discesa, con in testa il BANCO POPOLARE (-2,46%). Fa meglio, ma resta comunque in territorio negativo MPS (-0,3%) in vista dell'avvio dell'aumento di capitale da 5 miliardi e dell'ok Consob al prospetto atteso per domani da fonti di stampa. "L'aumento di capitale di Banca MPS avviene in una fase in cui il mercato mostra buona capacità di assorbimento di titoli di nuova emissione", si legge in un report di Icbpi. Secondo un trader, l'ipotesi di un interesse dei fondi Usa a entrare nel capitale ha fatto scattare gli acquisti sul titolo stamani.

Deboli anche le big INTESA SP e UNICREDIT che cedono rispettivamente lo 0,97% e lo 0,77%.

Il downgrade di Goldman Sachs a SELL da NEUTRAL pesa su CAMPARI che perde il 2,15%. Stesso discorso per WDF (-1,86%), rimossa dalla CONVICTION BUY LIST dalla banca Usa.

Spunti sul settore delle energie rinnovabili con ENEL GREEN POWER in salita del 2,2% a seguito della decisione degli Stati Uniti di tagliare di oltre il 30% le emissioni di Co2 delle centrali elettriche entro il 2030 annunciata dal presidente Barack Obama, dando così un impulso alla produzione di energia da fonti non fossili. "La notizia è positiva per Enel Green Power grazie alla sua presenza nel mercato eolico negli Stati Uniti", si legge in uno studio di un broker.

Per effetto contagio bene anche ERG, leader in Italia nella produzione di energia eolica, che sale dell'1,2% e FALCK RENEW (+0,43%).

Nel settore dell'energia denaro su A2A che recupera quota 0,90 euro, avvicinandosi all'obiettivo di prezzo fissato dai due comuni principali azionisti Milano e Brescia per vendere il 5% del capitale. 1   Continua...