Zona euro, trend calo tassi potrebbe essere transitorio -Visco

venerdì 30 maggio 2014 10:39
 

ROMA, 30 maggio (Reuters) - Il calo dei tassi di interesse registrato negli ultimi mesi nella zona euro potrebbe rivelarsi transitorio.

Il monito arriva dal governatore di Banca d'Italia Ignazio Visco.

"L'ulteriore pressione al ribasso sui tassi di interesse a lungo termine in euro potrebbe risultare transitoria: una politica monetaria meno espansiva negli Stati Uniti potrebbe provocare un rimbalzo dei rendimenti globali" avverte Visco nelle considerazioni finali della banca centrale.

"Le oscillazioni sui titoli pubblici registrate nelle ultime settimane ci rammentano quanto i mercati siano sensibili a ogni segnale di incertezza" continua il governatore. Non solo: un aspetto positivo come "la volatilità sui mercati finanziari dei paesi avanzati scesa ben al di sotto della norma storica" ha raggiunto "livelli che in passato hanno a volte preceduto rapidi mutamenti dell'orientamento degli investitori".

Visco affronta poi, a meno di una settimana dall'atteso consiglio della Bce, il tema della bassa inflazione europea.

Di fronte a una dinamica dei prezzi troppo contenuta "il consiglio direttivo (della Bce) è deciso ad agire, anche con politiche non convenzionali, affinchè nel medio periodo l'evoluzione dei prezzi non si allontani dal servizio desiderato" rileva il governatore, in linea con le posizioni assunte recentemente da Mario Draghi.

La componente di fondo dell'inflazione è scesa sui livelli minimi dall'introduzione della moneta unica e questa debolezza dei prezzi "va contrastata con altrettanta fermezza, anche per evitare che si radichi nelle attese di medio periodo".

E Visco fa notare che l'euro, che pure non è di per sè un obiettivo della politica monetaria, con il suo rafforzamento ha contribuito a comprimere l'inflazione "sia direttamente, riducendo i prezzi dei beni importati, sia indirettamente, aumentando la pressione competitiva sui prodotti nazionali.

  Continua...