Sat, Comune Pisa chiede a Tribunale sequestro quota Regione

giovedì 29 maggio 2014 14:24
 

FIRENZE, 29 maggio (Reuters) - Il Comune di Pisa ha fatto ricorso alla sezione imprese del tribunale di Firenze chiedendo il sequestro urgente del 16,9% di Sat, la società di gestione dell'aeroporto di Pisa, in mano alla Regione Toscana.

Lo dice un funzionario del Comune di Pisa, spiegando che obiettivo del ricorso è bloccare la vendita della quota da parte della Regione, interessata ad aderire all'Opa lanciata sulla società da Corporacion America.

Secondo il Comune di Pisa, il cui sindaco Marco Filippeschi è presidente del patto dei soci pubblici di Sat, la vendita violerebbe i patti parasociali in vigore fino a luglio 2016.

In subordine il ricorso chiede al tribunale un provvedimento per ingiungere alla Regione di non vendere la partecipazione.

Ieri, tra l'altro, il patto di sindacato dei soci pubblici di Sat ha confermato il giudizio di "non congruità" sull'Opa lanciata da Corporacion America nonostante l'incremento del prezzo a 14,22 euro.

L'assemblea del patto costituito tra i soci pubblici e la Fondazione Pisa, riferisce una nota del Comune pisano, "ha valutato l'offerta sulla base degli elementi contenuti nel documento approvato dalla Consob, considerando la revisione del prezzo di offerta comunicato al mercato il 22 maggio" e "conferma quanto manifestato dal Cda di Sat in quanto ha espresso un giudizio di non congruità dell'Opa in termini di disegno strategico complessivo e ciò sulla base di autorevoli e circostanziate valutazioni svolte da società indipendenti".

Dunque l'assemblea del patto "ritiene con voto unanime che non vi siano elementi sufficienti perchè, allo stato degli atti, si possa modificare il suo giudizio" e "riconferma l'iniziativa già rivolta dal patto" a Corporacion America "per giungere ad un governo condiviso della società".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia