Forex, euro scende minimi seduta su dlr dopo uscita Pmi europei

lunedì 2 giugno 2014 10:54
 

LONDRA, 2 giugno (Reuters) - Euro sotto pressione, col
cambio sul dollaro che scivola nuovamente in area 1,36 dopo la
pubblicazione dei Pmi manifatturieri europei di maggio che,
salvo poche eccezioni, dipingono un quadro di rallentamento
dell'attività se non - come nel caso della Francia - di un
ritorno in contrazione   
.
    In vista del meeting Bce di giovedì, questi numeri
rafforzano ulteriormente l'attesa, già prevalente, di nuove
misure espansive da parte di Francoforte, con conseguente
indebolimento della valuta unica. Tanto più che in mattinata, da
Istanbul, il governatore della Fed di Chicago Charles Evans ha
affermato che il programma di acquisto asset della banca
centrale Usa si dovrebbe esaurire entro l'anno, segnalando che
non dovrebbero esserci ripensamenti nella strategia monetaria
Usa nonostante i dati deludenti sul Pil del primo trimestre.
    In scia alla pubblicazione dei Pmi europei l'euro/dollaro ha
toccato un minimo di seduta a quota 1,3597, non lontano dal
minimo da tre mesi di 1,3586 visto giovedì scorso.
    "Con operatori non abbastanza coraggiosi da prendere
posizioni controcorrente, lunghe sull'euro, in attesa del
meeting Bce e con un margine di miglioramento per i dati Usa,
vediamo ancora un cambio euro/dollaro sotto pressione" spiega lo
strategist di Ing Petr Krpata.
    La valuta unica scambia attorno al minimo intraday, di
138,67, anche nei confronti di uno yen oggi inizialmente
indebolito dal buon dato giunto nel fine settimana dal settore
manifatturiero cinese.
        
                             ORE 10,45               CHIUSURA
 EURO/DOLLARO         1,3597/99                 1,3589  
 DOLLARO/YEN          102,01/04                 101,83  
 EURO/YEN          138,72/78                 138,39 
 EURO/STERLINA     0,8128/29                 0,8132   
 ORO SPOT         1.244,30/5,20          1.250,69/1,41  
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia