Cdp, utile 2013 a 2,3 mld, dividendo distribuibile di 852 mln

mercoledì 28 maggio 2014 14:53
 

ROMA, 28 maggio (Reuters) - Con 28 miliardi di euro di risorse mobilitate di cui 16 riferite alla capogruppo, Cdp ha chiuso il 2013 con un utile di esercizio di 2,3 miliardi di euro che consente di distribuire un dividendo per circa 852 milioni di euro.

Lo si legge in una nota della Cdp, il cui capitale è controllato dal Tesoro all'80,1% e per il 18,4% dalle Fondazioni bancarie.

"L'andamento economico è in linea con gli obiettivi del Piano industriale 2011-2013, nonostante il significativo peggioramento del contesto di mercato. A fronte di un margine di interesse in calo del 28%, a 2,5 miliardi di euro, per effetto della preventivata normalizzazione del margine tra impieghi e raccolta, conseguente all'andamento dei tassi di interesse, l'utile di esercizio si è attestato a 2,3 miliardi di euro, con una riduzione più contenuta rispetto al margine di interesse grazie al contributo positivo dei dividendi da partecipazioni", spiega la nota.

Il bilancio consolidato della Cdp mostra un utile di pertinenza della capogruppo di 2,5 miliardi in calo del 14,5% sul 2012. "Tale riduzione è attribuibile alla già citata dinamica del margine di interesse della Capogruppo, in parte compensata da maggiori dividendi e utili da partecipazioni, al netto dell'impatto del consolidamento", spiega la nota.

A Cdp fanno capo importanti partecipazioni come il 25,76% di Eni, il 29,9% di Terna e il 30% di Snam .

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia