Premafin, Codacons si costituirà parte civile in inchiesta su aggiotaggio

mercoledì 28 maggio 2014 11:47
 

MILANO, 28 maggio (Reuters) - Codacons presenterà istanza per costituirsi parte civile nel troncone di inchiesta milanese relativa alla presunta manipolazione del prezzo delle azioni Premafin nella quale è indagato tra gli altri Salvatore Ligresti.

Lo dice una nota dell'associazione consumatori che invita anche "tutti gli azionisti ed ex azionisti Premafin che hanno subito un danno patrimoniale per la perdita di valore delle loro azioni" a costituirsi parte civile e a "chiedere un risarcimento per danni morali fino a 10.000 euro, oltre il rimborso dei soldi investiti".

Oggi, ricorda il Codacons, si terrà l'udienza preliminare davanti al Gup del tribunale di Milano.

L'associazione era già intervenuta nel procedimento penale Sai-Fondiaria per il quale si è tenuta la seconda udienza a Torino lo scorso 8 maggio.

L'inchiesta, dice il Codacons "riguarda acquisti di azioni Premafin, la holding attraverso la quale la famiglia Ligresti controllava Fondiaria-Sai, finalizzati, secondo l'ipotesi accusatoria formulata dal pm Luigi Orsi (...), a tenere alto il prezzo dei titoli della società quotata a Piazza Affari, di cui Unipol ha detenuto oltre l'80%".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia