Carige, procura Savona chiude indagini su Berneschi

martedì 27 maggio 2014 19:54
 

GENOVA, 27 maggio (Reuters) - La Procura di Savona ha inviato un avviso di conclusione indagine a Giovanni Berneschi, ex presidente di Carige, nell'ambito dell'inchiesta sul crack della Geo, la società del costruttore Andrea Nucera, latitante a Abu Dhabi.

Lo riferiscono fonti investigative.

I rapporti di Carige con Geo sono stati segnalati anche dagli ispettori di Banca d'Italia che avevano contestato all'istituto ligure erogazioni e politiche di credito poco prudenti.

In particolare, secondo i Pm di Savona, Carige aveva continuato a concedere prestiti alla Geo nonostante si trovasse in una posizione di incaglio oggettivo.

Nell'avviso di chiusura delle indagini, Geo viene definito un gruppo "borderline" che offriva come garanzie immobili il cui valore era sovrastimato.

Nel 2011, riferiscono le fonti, l'esposizione di Carige verso il gruppo Geo era calcolata attorno ai 30 milioni di euro, e altri circa 8-10 milioni sono stati concessi da Carisa, la Cassa di Risparmio di Savona, del gruppo Banca Carige.

Con Berneschi - attualmente agli arresti domiciliari per l'inchiesta della Procura di Genova che ipotizza, fra gli altri i reati di associazione a delinquere e truffa ai danni di Carige e del suo ramo assicurativo - sono indagati a Savona l'allora direttore generale della banca Ennio La Monica, l'ex dirigente della centrale crediti Mario Cavanna, l'Ad di Carisa Achille Tori e Roberto Mummolo, direttore centrale che coordina le cinque direzioni territoriali in cui è suddivisa la rete Liguria di Banca Carige.

L'indagine della Procura di Savona vede complessivamente 34 indagati, 18 società finora fallite, 84 capi d'imputazioni contestati.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia