SINTESI-Italia, mercati festeggiano vittoria Renzi in attesa mosse Bce

lunedì 26 maggio 2014 12:16
 

* Rendimento Btp cala verso quota 3%, Piazza Affari meglio di Europa

* Esito voto prospetta stabilità governo e proseguimento percorso riforme

* Per strategist spazio per discesa spread in area 100-120 punti base

di Elvira Pollina

MILANO, 26 maggio (Reuters) - La netta affermazione elettorale del Partito democratico targato Matteo Renzi dirada le nubi che si erano addensate intorno ai titoli di Stato italiani e a Piazza Affari, in attesa del meeting della Banca centrale europea della prossima settimana, in cui Francoforte scoprirà le carte sulle misure espansive per sostenere la crescita.

"L'Italia è con la Spagna e la Germania l'unico paese europeo che ha registrato la vittoria del partito di governo", rilevano in una nota gli analisti di Mediobanca Securities, che definiscono "la chiara affermazione" di Renzi "un fattore fondamentale per fare le riforme necessarie per riprendere a crescere".

A metà di un seduta contraddistinta dalla contemporanea chiusura per festività di Londra e Wall Street il rendimento del decennale italiano viaggia a fine mattino appena sopra il 3% dal 3,16% del finale di seduta di venerdì, e lo spread con l'analoga scadenza del Bund, allargatosi la settimana scorsa fino a sfondare la soglia dei 200 punti per la prima volta da febbraio, scende di una una quindicina di punti base a a quota 165

Tonica anche Piazza Affari, la migliore del listino europeo, con un rialzo del 2,5%. Particolarmente brillanti i titoli bancari, i più sensibili all'andamento dei Btp, che con un +3,50% sovraperformano l'indice di settore europeo , in salita dello 0,6%.

"Il risultato premia il principale partito di governo, mentre le forze su posizioni euroscettiche in Italia non sfondano. Questo è particolarmente positivo e a mio avviso, potremmo vedere lo spread tornare sui 150 punti base, cioè dove si trovava prima che s'innescasse il movimento speculativo", prevede Alessandro Giansanti, strategist di Ing.   Continua...