Bce monitora rischi di deflazione, pronta ad agire - Draghi

lunedì 26 maggio 2014 10:30
 

SINTRA (Portogallo), 26 maggio (Reuters) - La Bce deve essere particolarmente attenta di fronte al rischio che l'inflazione possa non risalire verso il 2%. Se questo rischio emergesse, la banca centrale deve essere pronta all'azione.

Un movimento verso il basso delle attese d'inflazione creerebbe il contesto per dare il via a un ampio piano di acquisto di asset.

A dirlo è il presidente della Bce Mario Draghi che, tra 10 giorni, terrà la conferenza stampa post-governing council da cui sono attesi annunci in direzione espansiva.

La Bce sta guardando con attenzione il tasso di cambio e le dinamiche del credito per essere pronta ad agire se vedesse segnali di una spirale negativa tra bassa inflazione e attese di inflazione in calo.

Secondo Draghi la ristrettezza del credito è un ostacolo alla ripresa nei paesi in difficoltà e un apprezzamento dell'euro abbasserebbe il tasso di inflazione, anche se la Bce si aspetta un graduale ritorno dell'inflazione verso l'obiettivo di un livello poco sotto il 2%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia