Rcs, su vertici si deciderà in base a risultati ottenuti-Della Valle

venerdì 23 maggio 2014 16:52
 

MILANO, 23 maggio (Reuters) - Deigo Della Valle riapre la polemica con John Elkann ma ammorbidisce i toni sulla gestione di Rcs, di cui è secondo socio proprio dopo Fiat .

In una nota l'imprenditore marchigiano risponde al presidente del Lingotto - secondo cui Della Valle si sarebbe "messo il cuore in pace" dopo tante critiche - e spiega che sulla guida di Rcs "tutto verrà deciso in base ai risultati ottenuti". Si questo, dice, "credo che tutti gli azionisti siano d'accordo".

Solo qualche mese fa, dopo aver minacciato azioni di responsabilità contro i vertici del gruppo, aveva auspicato che all'AD Pietro Scott Jovane subentrasse l'editore Urbano Cairo, che di Rcs ha il 3,7%.

"Mi arrivano in Giappone frasi dette da altri che riguarderebbero il mio stato d'animo su Rcs. Per essere chiari io sto solo aspettando che, come dettomi dai vertici aziendali, le azioni necessarie a rimettere a posto l'azienda vengano fatte nei tempi più veloci possibili e con determinazione. Ho preso anche atto, con piacere, che finalmente la Rcs venga considerata in quanto azienda quotata di proprietà del mercato e di tutti i suoi azionisti, dal primo all'ultimo. Il mio auspicio, oggi, è quello di vedere un'azienda con possibilità di buone prospettive per il futuro, con una buona gestione ed una solida indipendenza editoriale", dice la nota.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia