Rcs, avviate trattative con banche per migliorare condizioni debito-fonte

giovedì 22 maggio 2014 16:54
 

MILANO, 22 maggio (Reuters) - Rcs ha avviato una trattativa con le banche creditrici nel tentativo di strappare condizioni migliori sul debito rispetto a quelle ottenute la scorsa estate.

Lo dice una fonte vicina alla situazione confermando indiscrezioni stampa.

"Ci sono già stati ieri degli incontri tra Rcs e le banche per rivedere al meglio le condizioni del finanziamento", ha detto la fonte, spiegando che le trattative vertono in particolare sul costo del debito, ma non è escluso che tocchino anche altri punti, dalla scadenza ai covenant. "L'obiettivo del gruppo è presentare i risultati portati a casa dall'avvio del piano, nonostante condizioni di mercato peggiori delle previsioni per ritrattare in modo più favorevole qualche aspetto del finanziamento".

L'anno scorso, quando era a rischio la stessa continuità aziendale di Rcs, le banche creditrici (Intesa Sanpaolo , UBI Banca, UniCredit, BNP Paribas , Banca Popolare di Milano e Mediobanca ) hanno concesso il rifinanziamento del debito del gruppo a tassi molto più alti rispetto a quelli - fuori mercato - precedenti (si passò da un costo inferiore all'1% a oltre il 6%) vincolandolo all'esecuzione dell'aumento di capitale, che si è concluso a luglio con 410 milioni di raccolta.

Oggi il finanziamento è strutturato in tre linee di credito: bullet a 3 anni di 225 milioni, da rimborsare con i proventi delle cessioni; amortizing a 5 anni di 275 milioni con 3 anni di preammortamento; revolving di 100 milioni sempre a 5 anni.

(Claudia Cristoferi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia