PUNTO 1-Enel, BlackRock chiede di non sacrificare gli investimenti al dividendo

giovedì 22 maggio 2014 16:56
 

(Aggiunge background e risposta Colombo)

ROMA, 22 maggio (Reuters) - Il fondo americano BlackRock ha chiesto ai vertici di Enel di non sacrificare gli investimenti per favorire i risultati a breve o la distribuzione di utili.

Lo ha detto il presidente dell'Enel, Paolo Andrea Colombo, leggendo un saluto introduttivo all'assemblea degli azionisti del gruppo elettrico in corso a Roma

"Un mese fa ho ricevuto una lettera di Laurence Fink, chairman e Ceo di Blackrock, azionista della nostra società", [con il 3,7%] ha detto Colombo prima di leggere alcuni passaggi della missiva.

"Come investitore istituzionale", scrive Fink, "uno dei nostri obiettivi prioritari è quello di assicurare un futuro migliore per i nostri clienti []. Siamo convinti che le imprese in cui noi investiamo dovrebbero agire nello stesso modo, concentrandosi e adoperandosi per ottenere dei rendimenti che siano sostenibili nel lungo periodo. [] Siamo preoccupati perché sulla scia della crisi finanziaria, molte aziende hanno evitato di investire nella loro crescita futura; troppe imprese hanno tagliato gli investimenti aumentando persino il loro indebitamento per incrementare i dividendi e l'acquisto di azioni proprie".

Enel, a marzo, ha annunciato la possibilità di aumentare il proprio pay-out nel 2015 se le condizioni lo riterranno possibile. Il piano industriale 2014-2018 prevede inoltre che la società impegni fino a 6 miliardi per riacquistare pacchetti di minoranza nelle società in America Latina.

Fink continua dicendo che a Blackrock "siamo consapevoli di quanto sia importante l'equilibrio tra le performance di breve termine e gli investimenti necessari a sostenere la crescita, [] Vi chiediamo dunque di aiutare noi e gli altri azionisti, a comprendere gli investimenti che state effettuando per il raggiungimento di quei risultati sostenibili nel lungo periodo su cui i nostri clienti fanno affidamento e per cui continuiamo a sostenervi".

Il punto di vista del fondo, si legge ancora nei passaggi della lettera, è che "la restituzione di liquidità agli azionisti dovrebbe essere inserita nell'ambito di una strategia di capitale bilanciata; al contrario quando viene effettuata con presupposti errati e a scapito degli investimenti essa rischia di compromettere la capacità dell'azienda di generare risultati".

Colombo ha nel suo discorso ha replicato alle domande spiegando che la presenza di soci di minoranza impedisce l'ottimizzazione della gestione aziendale: "Il duplice obiettivo di selezionare le opportunità di crescita e di mantenere una disciplina finanziaria preservando i margini di redditività, rende necessario portare a termine l'integrazione organizzativa del Gruppo; per essere pienamente efficace essa deve essere accompagnata anche da una semplificazione della struttura societaria del Gruppo, per ottimizzarne la gestione industriale e quella finanziaria, per la quale costituisce un vincolo la rilevante presenza di soci di minoranza nel capitale di numerose società controllate, in particolare nel gruppo Endesa".   Continua...