Enel approva norma Tesoro su criteri onorabilità amministratori

giovedì 22 maggio 2014 19:20
 

ROMA, 22 maggio (Reuters) - L'assemblea dell'Enel ha approvato i criteri di onorabilità e decadenza richiesti dal ministero dell'Economia e delle Finanze che consentiranno di far decadere i manager che dovessero essere rinviati a giudizio o condannati anche non in via definitiva.

Ha partecipato al voto il 52,72% del capitale totale del gruppo elettrico.

Hanno votato a favore della modifica statutaria, per la quale era necessaria una maggioranza dei due terzi, azionisti pari al 69,41% del capitale presente. Il Mef ha il 31,2% di Enel.

Fra i consiglieri proposti dal Tesoro per il cda di Enel c'é Salvatore Mancuso per il quale la procura di Milano ha richiesto il rinvio a giudizio.

Le nuove norme richiedono la decisione del Gip e non della procura.

Le stesse modifiche il Tesoro avrebbe voluto farle adottare anche da Eni e Finmeccanica, ma le assemblee delle due società le hanno bocciate.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia