Europa e operatori dovranno gestire eccesso capacità produttiva-Colombo

giovedì 22 maggio 2014 15:19
 

ROMA, 22 maggio (Reuters) - I governi europei e i grandi gruppi elettrici europei dovranno fare i conti nei prossimi anni con l'eccesso di capacità produttiva provocato dall'esplosione della produzione di energia prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili.

Lo ha detto, Andrea Colombo presidente di Enel, nel saluto letto in apertura dell'assemblea degli azionisti del gruppo elettrico.

"Il problema dell'eccesso di capacità nel comparto della generazione termoelettrica europea costituirà negli anni a venire una delle maggiori criticità del settore: i governi (tra i quali anche quello del nostro Paese) e gli operatori dovranno identificare soluzioni per garantire la stabilità del sistema elettrico, la competitività del costo dell'energia, salvaguardando al contempo i livelli occupazionali", ha detto Colombo.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia