UnipolSai, titoli in forte calo su indagine fusione

giovedì 22 maggio 2014 13:00
 

MILANO, 22 maggio (Reuters) - I titoli della galassia Unipol -UnipolSai sono al centro di forti vendite a Piazza Affari sulla scia delle notizie sulle perquisizioni disposte dalla procura di Milano nell'ambito di un'inchiesta sulla fusione con Fonsai con un'indagine sull'ipotesi di concorso in aggiotaggio nei confronti dei vertici del gruppo.

Alle 12,50 Unipol perde il 6,44% a 4,21 euro e la controllata UnipolSai - la compagnia nata dalla fusione a quattro tra Unipol Assicurazioni, Premafin Finanziaria, Milano Assicurazioni e Fonsai divenuta operativa a inizio 2014 - perde il 6% a 2,22 euro.

In forte calo anche le altre categorie di titoli del gruppo: le Unipol priv cedono il 6,7% a 3,9 euro, le UnipolSai risp A il 5% a 225 euro e le risp B il 6,4% a 2,2 euro.

"Certamente le notizie di oggi penalizzano i titoli di tutta la galassia Unipol", commenta un analista del settore assicurativo.

"Aumenta il rischio legale dovuto ad eventuali conseguenze della vicenda, ad esempio sanzioni pecunarie, anche se al momento è molto difficile dire dove porterà questa indagine. In ogni caso non credo che possa arrivare a compromettere la fusione", aggiunge.

Secondo quanto riferito questa mattina da fonti investigative sono in corso perquisizioni del nucelo valutario della Guardia di Finanza presso la sede bolognese di UnipolSai.

Il numero uno della compagnia, Carlo Cimbri, è indagato per concorso in aggiotaggio continuato nell'ambito di una inchiesta della Procura di Milano sulla fusione Unipol - Fonsai.

Con Cimbri sono indagati per lo stesso reato Vanes Galanti, ex presidente del cda di Unipol Assicurazioni e attuale membro del Cda di Unipol e UnipolSai; Roberto Giay, ex ad Premafin; Fabio Cerchiai, ex presidente di Milano Assicurazioni e attuale presidente di UnipolSai.[ nL6N0O82ER]

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia