Borsa Milano ripiega a metà seduta, pesano incertezze esito elezioni, bene Mediaset

giovedì 22 maggio 2014 11:58
 

MILANO, 22 maggio (Reuters) - Piazza Affari prosegue incerta, con gli indici in lieve ribasso, unica a livello europeo, penalizzata dai timori sull'esito delle elezioni europee domenica prossima.

"C'è molta incertezza legata a una possibile affermazione dei partiti populisti e che, quindi, il M5S di Beppe Grillo possa essere il primo partito in Italia, pertanto fino a domani credo sia difficile che il mercato prenda una direzionalità più precisa", rileva un trader. Più in generale i broker parlano di seduta di storno generale e di mancanza di spunti sui singoli titoli.

Lo spread, il differenziale fra i rendimenti dei titoli di stato italiani e tedeschi, si mantiene sopra quota 180 puntri base.

Intorno alle 12,00, l'indice FTSE Mib perde lo 0,91% e l'AllShare arretra dello 0,85%, mentre il benchmark europeo, l'indice FTSEurorfirst300 è poco mosso. Volumi pari a 1,4 miliardi di euro circa.

Sul mercato prevalgono le vendite, giù le popolari con in testa POP EMILIA in calo del 2,6% e BANCO POPOLARE (-0,6%). Riprega anche MPS (-1,35%) dopo l'ok di ieri all'aumento di capitale da parte dell'assemblea dei soci. Venduto anche il settore dell'energia, ENEL cede l'1,5% nel giorno dell'assemblea sul rinnovo dei vertici. Debole anche ENI.

Vendite anche su A2A che cede l'1,84% circa. Ieri il presidnete designato, Giovanni Valotti, ha detto che la società intende giocare un ruolo importante nel processo di aggregrazione fra le utility. In quest'ottica balza di oltre il 3% ACSM-AGAM, la piccola utility brianzola.

Fra i pochi titoli al rialzo, svetta MEDIASET che balza di oltre il 3% sulla prospettiva di uno spin-off di Mediaset Premium e dell'ingresso di un nuovo socio dopo nuove indiscrezioni stampa sull'interesse di Vivendi e Al Jazeera e sul possibile valore della pay Tv del gruppo italiano. Equita rileva che "la valorizzazione di Mediaset Premium è sicuramente positiva per Mediaset, nella nostra sum of the parts la società vale 475 milioni ed una cessione a premio sarebbe positiva per il titolo".

Qualche spunto su TELECOM in salita dello 0,78% in uno scenario delle tlc europeo piatto

Fra i minori sugli scudi PIERREL in salita del 4% sulla scia delle vendite positive di un prodotto negli Stati Uniti. Bene anche SAT che balza di oltre il 5% sull'annuncio dell'incremento del prezzo d'Opa a 14,22 euro per azione da 13,15 euro precedente.   Continua...