Tasi, la proroga è al 16 ottobre - Fassino

mercoledì 21 maggio 2014 12:30
 

ROMA, 21 maggio (Reuters) - I contribuenti delle città in cui non sono state approvate le aliquote della Tasi potranno versare la prima rata entro il 16 ottobre anziché il 16 giugno.

Lo ha annunciato il presidente dell'Anci e sindaco di Torino, Piero Fassino, spiegando che i municipi avranno tempo fino a luglio per pubblicare le delibere.

"L'accordo convenuto con il ministero dell'Economia è di fissare la proroga al 16 ottobre, perché il 16 settembre era molto ravvicinato rispetto alla scadenza del 31 luglio e poi c'è agosto di mezzo", ha detto Fassino a Radio24.

Il Consiglio dei ministri dovrebbe riunirsi tra domani e venerdì per approvare il decreto legge con i nuovi termini di versamento della tassa sui servizi indivisibili.

I comuni hanno tempo fino al 23 maggio per approvare le delibere, che devono essere pubblicate entro il 31.

Il decreto dovrebbe sancire che, se la delibera non viene approvata, il pagamento slitta al 16 ottobre per le seconde e terze case e al 16 dicembre per le abitazioni principali.

Il sindaco di Torino dice che lo Stato deve comunque anticipare i soldi ai comuni per i mancati incassi.

"Succede ogni volta che un tributo da pagare viene prorogato, è evidente che si va incontro a un'anticipazione dello Stato. Anche per questo si è scelto di non fare la proroga per tutti i comuni, se si fosse fatta per tutti il costo dell'anticipazione sarebbe stato molto più grande, di 4 miliardi. Lo dico a chi invoca incostituzionalità e minaccia ricorsi", prosegue Fassino.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia