Thailandia, capo esercito convoca forze politiche per cercare uscita crisi

mercoledì 21 maggio 2014 10:19
 

BANGKOK, 21 maggio (Reuters) - Il capo dell'esercito thailandese ha convocato i leader dei gruppi e dei partiti politici rivali, i membri della commissione elettorale e i senatori, all'indomani della dichiarazione della legge marziale, per discutere una via d'uscita dal momento di caos politico in cui si trova il Paese.

Sebbene le forze armate abbiano negato che la mossa a sorpresa di ieri possa portare a un colpo di Stato, sembra che il generale Parayuth Chan-ocha stia stabilendo l'agenda, obbligando i gruppi politici e le organizzazioni al centro della crisi ad incontrarsi.

Le proteste anti-governative hanno causato l'annullamento delle elezioni a febbraio.

Le forze anti-governative hanno annunciato di aver intenzione di voler fare altrettanto nel caso venissero convocate nuove elezioni prima dell'approvazione di una serie di modifiche alla legge elettorale volte a ridurre l'influenza del doposto premier Thaksin Shinawatra. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia