Italia, fatturato industria 2014 in crescita 1,5% -Prometeia-Intesa

martedì 20 maggio 2014 18:03
 

MILANO, 20 maggio (Reuters) - Nel 2014 il fatturato dell'industria tornerà a crescere, +1,5% in termini reali, ma non basterà l'intero quinquennio 2014-2018 per recuperare il terreno perduto tra il 2007-2013.

La stima è contenuto nell'ultimo rapporto sui settore industriale italiano stilato da Prometeia e Intesa Sanpaolo.

Il ritmo di crescita, che è visto salire oltre il 2% nel biennio 2015-2016, "non sarà comunque sufficiente a colmare il gap nei livelli produttivi apertosi nel biennio 2008-2009: nel 2018 il fatturato dell'industria italiana sarà ancora dell'11% inferiore rispetto al 2007, con una perdita di circa 100 miliardi di euro a prezzi costanti" spiega il rapporto.

Alle spalle del ritorno a valori positivi, secondo i ricercatori, vi è un settore manifatturiero che in Italia ha ridotto la propria dimensione complessiva ma ha aumentato "il livello qualitativo dell'export".

Alessandra Lanza, economista industriale di Prometeia, spiega infatti la migliore performance del fatturato rispetto alla produzione nei primi mesi del 2014 con "una ricomposizione verso la qualità che ha visto le imprese italiane andare a cogliere opportunità in paesi sempre più lontani".

Nel mese di marzo il fatturato è salito dello 0,3% su febbraio e del 2,7% su anno, mentre la produzione ha registrato un calo dello 0,5% su mese e dello 0,4% su anno.

"Cresce la quota degli addetti nelle grandi imprese, vengono potenziate le funzioni manageriali e tecniche .. aumenta in modo consistente il livello qualitativo delle nostre esportazioni" è scritto nel rapporto che segnala però come il sistema economico nazionale abbia subito più che governato la trasformazione.

Dal punto di vista finanziario il ritorno alla crescita del fatturato aiuterà un graduale miglioramento del Roi: dal 3,4% stimato per il 2013 si dovrebbe salire nell'anno in corso poco sopra il 4%, con un recupero frenato dal clima deflativo e dalla forza dell'euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia