BORSE EUROPA - Indici deboli, pesa mancato deal AstraZeneca/Pfizer

lunedì 19 maggio 2014 10:45
 

INDICI                       ORE 10,35   VAR %   CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                  3.138,72    -1,07   3.109,00
 FTSEUROFIRST300              1.349,69    -0,92   1.316,39
 STOXX BANCHE                 193,53      -1,78   194,21
 STOXX OIL&GAS                359,26      -0,75   335,00
 STOXX ASSICURAZIONI          222,55      -0,85   228,22
 STOXX AUTO                   489,67      -0,76   481,95
 STOXX TLC                    300,26      -0,8    297,60
 STOXX TECH                   270,82      -0,44   290,51
 
    LONDRA, 19 maggio (Reuters) - L'azionario europeo è debole
questa mattina, appesantito dalla decisione del gruppo
farmaceutico britannico AstraZeneca di rifiutare
l'offerta d'acquisto da parte dell'americana Pfizer.
 
    Alle 10,35 italiane l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300
 segna un ribasso dello 0,92% a quota 1.349,69. Alla
stessa ora, tra le varie piazze Francoforte -0,85%,
Parigi -0,74%, Londra -0,64%.
    A fiaccare ulteriormente il sentiment degli investitori
anche la notizia che la Cina sta stringendo i cordoni dei
prestiti sul mercato interbancario, oltre a dati macro deludenti
nell'area euro la scorsa settimana.
    Alcuni analisti ritengono che la Bce ravviverà gli animi il
mese prossimo abbassando i tassi e annunciando nuove misure di
stimolo per l'economia, una decisione che farà scendere il
rendimento dei bond e attrarrà investitori sull'azionario.
    
    Tra i titoli in evidenza oggi:
    * Deutsche Bank cede l'1,2% dopo aver annunciato
un aumento di capitale, il terzo dal 2010, da 8 miliardi di
euro. 
    * Credit Suisse perde l'1,5% indebolita da
un'inchiesta sul suo ruolo nell'aiutare gli americani ad eludere
le tasse.
    * La tedesca Siemens cala dello 0,6% dopo la
notizia secondo cui starebbe lavorando ad un'offerta formale per
la francese Alstom (+0,8%) che potrebbe essere
presentata questa settimana. 
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia