Concordia, Cdm avvia procedura esame progetto trasferimento

venerdì 16 maggio 2014 15:26
 

ROMA, 16 maggio (Reuters) - L'odierno Consiglio dei ministri ha deliberato l'avvio della procedura per l'esame del progetto di trasferimento della Costa Concordia, naufragata davanti all'Isola del Giglio nel gennaio 2012.

E' quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi.

"Il Consiglio ha deliberato di avviare la procedura per l'esame e l'approvazione del progetto per il trasferimento del relitto presso un porto idoneo individuato per il successivo smaltimento e fissazione del termine per lo svolgimento della Conferenza di servizi decisoria", si legge nel comunicato.

Dallo scorso gennaio Costa Crociere sta vagliando una serie di progetti presentati da diverse società per lo smaltimento del relitto, che potrebbe aver luogo in un porto italiano - la sfida sarebbe tra Genova e Piombino - oppure all'estero.

La società armatrice avrebbe dovuto annunciare il vincitore della gara a fine marzo. Ma ad oggi non sono ancora stati individuati un progetto e quindi un porto, riferisce una fonte di Costa.

Il relitto della nave da crociera, nel cui naufragio persero la vita 32 persone, è stato riportato in asse lo scorso settembre con una complessa manovra di rotazione ripresa da tutti i media del mondo.

La nave avrebbe dovuto essere essere riportata in galleggiamento a giugno, ma i tempi sembrano essersi allungati per il recente cedimento di un cassone per il rigalleggiamento.

(Antonella Cinelli)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia