PUNTO 1-UnipolSai, utile netto trim1 sale 4,5%, combined ratio peggiora

giovedì 15 maggio 2014 20:00
 

(Aggiunge dettagli)

MILANO, 15 maggio (Reuters) - UnipolSai chiude il primo trimestre del 2013 con un utile netto di 186 milioni, in rialzo del 4,5% rispetto al primo trimestre del 2013, dopo 21 milioni di oneri legati all'incremento dell'imposta sostitutiva sulla rivalutazione delle quote di Banca d'Italia.

La prima trimestrale delle compagnia nata dalla fusione per incorporazione di Unipol Assicurazioni, Milano Assicurazioni e Premafin in Fonsai, divenuta efficace a inizio gennaio, registra premi complessivi a 4,1 miliardi (+2,1%) di cui quasi 2 miliardi di premi vita (+13,7%) e 2,1 di premi danni (-6,9%).

Il combined ratio è in lieve deterioramento a 94,1% da 92,7% del primo trimestre 2013.

Il margine di solvibilità consolidato a fine marzo, al netto dei dividendi che verranno distribuiti, e comprensivo del prestito obbligazionario convertendo emesso ad aprile 2014, è pari a 1,6 volte il minimo richiesto.

Per la restante parte dell'esercizio, la compagnia vede una flessione dell'andamento della raccolta premi danni anche se il mese di aprile ha visto una leggera ripresa del ramo. Nel comparto vita dovrebbe invece confermarsi il forte ritmo di crescita.

Relativamente all'operazione di cessione a Allianz di un portafoglio danni da circa 1,1 miliardi della Ex Milano Assicurazioni per adempiere alle misure imposte dall'Antitrust in occasione del salvataggio del gruppo Fonsai, l'AD Carlo Cimbri ha ribadito di essere fiducioso di avere rispettato le condizioni poste dall'autorità.

"Abbiamo presentato le nostre deduzioni e valutazioni rispetto a quanto ci è stato richiesto. Stiamo procedendo secondo il programma stabilito con Allianz per eseguire il contratto che abbiamo firmato il 15 marzo scorso", spiega Cimbri rispondendo alla domanda di un analista nel corso della conference call.

"Non abbiamo novità, confermo quanto già detto in altre occasioni che siamo confidenti, attraverso questa operazione, di rispettare le posizioni dell'Antitrust e quindi di non avere trascichi per questa vicenda".   Continua...