Btp 15 anni, quasi 30% a investitori lungo periodo, a fondi 36%

giovedì 15 maggio 2014 16:49
 

MILANO, 15 maggio (Reuters) - Il Btp 1 marzo 2030 collocato dal Tesoro per 7 miliardi è stato assegnato ad asset manager e fondi d'investimento per circa il 36% dell'emissione, mentre le banche si sono aggiudicate circa il 26%. Quasi il 30% è stato collocato presso investitori con un orizzonte di investimento di lungo periodo (circa il 23% a fondi pensione e assicurazioni, circa il 7% a banche centrali/istituzioni governative).

Lo rende noto il Tesoro in una nota.

Completa la tipologia dei sottoscrittori la quota del 6% acquistata da hedge fund, mentre quella allocata a corporation e retail è stata pari al 2% dell'assegnato.

Dal punto di vista geografico il collocamento del titolo ha visto il 36% assegnato ad investitori italiani ed il 64% ad investitori esteri. Fra questi ultimi, il 49% sono stati europei, "con una rilevante partecipazione da parte di investitori residenti in Gran Bretagna e Irlanda (23%) ed una significativa presenza di Francia (9%), Germania, Austria e Svizzera (8%), Scandinavia (5%) e Benelux (2%)".

Notevole la partecipazione degli investitori statunitensi, che si sono aggiudicati il 13% dell'emissione. Infine, il restante 2% è stato assegnato ad investitori residenti nel Medio Oriente ed in Asia.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia