PUNTO 1-Alitalia, piano Etihad prevede utile in 2017, ebitda 526 mln - fonte

giovedì 15 maggio 2014 11:38
 

(Aggiorna con Aiello in coda)

ROMA, 15 maggio (Reuters) - La nuova Alitalia immaginata dal piano di Etihad in vista di una possibile integrazione prevede il ritorno all'utile nel 2017 per 108 milioni a fronte di ricavi pari a 3,66 miliardi e di un ebitda di 526 milioni.

Lo riferisce a Reuters una fonte governativa spiegando però che il piano "costituisce la base della trattativa, i numeri potrebbero cambiare anche considerevolmente nel corso del negoziato".

Non è stato possibile avere un commento dalla compagnia aerea italiana, da Etihad. Tra i principali creditori di Alitalia, Unicredit non ha fatto commenti immediati, mentre Intesa San Paolo ha preferito non commentare. La fonte conferma che le banche "hanno offerto la cancellazione di circa un terzo dei crediti verso Alitalia e la trasformazione in convertendo dei restanti due terzi".

In dettaglio il piano Etihad prevede invece la cancellazione del debito fino a 560 milioni circa e l'allungamento del debito senior per 140 milioni.

La nuova Alitalia, come disegnata dal piano, prevede la costituzione di due società: una dove Etihad sarà presente al 40% e che riprenderà le attività in bonis; nella seconda rimarrebbero le attività problematiche.

L'integrazione tra Alitalia ed Etihad è anche sotto il vaglio della Commissione europea, che vuole verificare il rispetto della normativa comunitaria.

"Abbiamo un confronto quotidiano con la Commissione su questo deal. Etihad può arrivare fino al 49%, ma la governance sarà affidata a un operatore italiano o europeo", ricorda Giacomo Aiello, capo gabinetto del ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi durante l'intervento a un convegno alla Luiss.

Quanto all'ingresso di Poste in Alitalia, si cui pende una valutazione per una ipotesi di aiuto di Stato, Aiello dice che "stiamo ancora confrontandoci con la Ue".   Continua...