Finmeccanica, assemblea respinge proposta Tesoro su requisiti membri cda

giovedì 15 maggio 2014 11:20
 

ROMA, 15 maggio (Reuters) - L'assemblea straordinaria di Finmeccanica ha respinto l'introduzione nello statuto dei nuovi requisiti di onorabilità e ineleggibilità dei membri del consiglio di amministrazione proposta dall'azionista di controllo Tesoro.

La clausola bocciata prevede la decadenza per giusta causa senza risarcimento dei danni dalle funzioni di amministratore della società di chi sia stato colpito da una sentenza di condanna anche non definitiva per reati finanziari, associativi e contro la pubblica amministrazione.

Il ministero dell'Economia detiene il 30,204% del capitale del gruppo aerospaziale e della difesa. Gli altri azionisti con oltre il 2% sono Deutsche Bank Trust Company Americas con il 3,6%, Fmr LLC con il 2,133% e Libyan Investment Authority con il 2,010%.

Anche l'assemblea di Eni, altra azienda a controllo pubblico, ha votato nei giorni scorsi contro la proposta del Tesoro.

In sede ordinaria gli azionisti di Finmeccanica saranno chiamati ad esprimersi sul nuovo amministratore delegato Mauro Moretti, ex numero uno delle Ferrovie dello Stato.

Moretti prenderà il posto di Alessandro Pansa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia