Banco Popolare, a inizio giugno notizie su cessione Release- Saviotti

martedì 13 maggio 2014 20:02
 

MILANO, 13 maggio (Reuters) - La due diligence sull'acquisto della maggioranza di Release, la bad bank nata dalla ristrutturazione di Banca Italease e controllata per l'80% da Banco Popolare, prosegue e si concluderà a inizio del mese prossimo.

Lo ha detto l'AD di Banco Popolare Pier Francesco Saviotti nel corso della conference call con gli analisti sui risultati del primo trimestre, specificando che i tempi si sono allungati rispetto alle iniziali previsioni e che ci sono quattro soggetti interessati.

"La due diligence sta continuando, sono ancora tutti e quattro a guardare le carte", ha risposto Saviotti a chi gli chiedeva un aggiornamento sul processo di vendita di Release.

"Vedendolo in positivo, il fatto che ci sia stata una richiesta di allungare il periodo di due diligence mi auguro che sia legata al desiderio di un approfondimento forte che possa portare ad una decisione positiva", ha proseguito.

Sulla tempistica della due diligence Saviotti ha specificato che "il termine ultimo è la prima decade di giugno; pensiamo che potremo dare qualche informazione al mercato in un senso o nell'altro".

A fine marzo scorso fonti vicine al dossier avevano riferito di cinque operatori di private equity interessati al dossier: Apollo Global Management, Blackstone, Cerberus, Fortress insieme all'italiana Prelios e Lone Star.

In generale, su eventuali cessioni di crediti deteriorati - che a fine marzo sono saliti a quota 14,4 miliardi - Saviotti ha detto di non escludere operazioni su questo fronte ma senza l'intenzione di "svendere".

"Obiettivamente ci auguriamo di potere perfezionare qualche operazione di cessione ma la vogliamo fare senza pagare un dazio eccessivo", ha detto.

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia