14 maggio 2014 / 09:35 / tra 3 anni

CORRETTO-PUNTO 1-Mediaset, trim1 in rosso per 12,5 mln, trim2 ancora difficile

(precisa trend raccolta trim2 in linea con trim1 e non trim2 2013 in decimo paragrafo)

MILANO, 13 maggio (Reuters) - Mediaset chiude in rosso il primo trimestre con una perdita di 12,5 milioni a fronte dell‘utile da 9,3 milioni di un anno prima e si prepara a un secondo trimestre ancora difficile in termini di raccolta pubblicitaria.

Resta intanto aperta a ogni possibilità sulla pay Tv spagnola Digital Plus, per la quale è pronta, come azionista, a sostenere le scelte della controllata Mediaset Espana.

TRIMESTRE IN LINEA ATTESE, DEBOLE PUBBLICITA’ ITALIA

Nel trimestre i ricavi complessivi sono scesi dell‘1,3% a 820,8 milioni, l‘Ebit a 29,6 milioni da 53,4 milioni.

Secondo le stime di Thomson Reuters I/B/E/S i ricavi erano attesi a 824 milioni, l‘Ebit a 28 milioni; il risultato netto era previsto in perdita.

Pesano le attività italiane con ricavi pubblicitari ancora in contrazione dell‘1,8% a 492,5 milioni.

I ricavi da attività caratteristica della pay Tv Mediaset Premium sono leggermente scesi a 142,8 milioni da 144,5 milioni “in presenza di un numero di abbonati sostanzialmente invariato rispetto a fine 2013”, sottolinea una nota.

In lieve ulteriore contrazione i costi operativi (-0,8%) a 376,1 milioni. Il risultato netto delle attività italiane è però negativo per 17,7 milioni da un utile di 4,2 milioni, condizionato - dice la nota - da un incremento degli ammortamenti dei diritti televisivi pay della Serie A dovuto a un numero di partite disputate e trasmesse superiore a quello del primo trimestre 2013.

L‘indebitamento finanziario netto di gruppo si riduce da 1.459 milioni di fine 2013 a 1.378,7 milioni.

TRIM2 DIFFICILE, OCCHI SU ASTA SERIE A

“La scarsa visibilità circa l‘andamento del mercato per la restante parte dell‘anno rende ancora difficile produrre stime attendibili sul risultato economico consolidato dell‘esercizio in corso”, dice la nota.

Nel corso della conference call il direttore generale di Publitalia Luigi Colombo ha parlato di un secondo trimestre ancora difficile che potrebbe essere piatto o in lieve calo rispetto al trimestre precedente.

Nel primo trimestre sono aumentati gli investimenti di settori come auto, finanza e retail, ma risultano in contrazione categorie importanti come le tlc, il food e il non food. “Il sentiment è di un piccolo miglioramento, ma non di una vera ripresa”, ha detto il manager.

Il secondo trimestre alzerà il velo anche sulla gara dei diritti per la Serie A dopo che a febbraio Mediaset ha spiazzato Sky Italia acquisendo a caro prezzo l‘esclusiva per tre stagioni di Champions (2015-2018). “Valuteremo quando saranno pronti i pacchetti che cosa è meglio fare”, ha detto Giordani. “Quello che è accaduto con la Champions è stata una reazione: solo quando abbiamo ricevuto il rifiuto del competitor di darci la stagione successiva, c‘è stata la nostra reazione”, ha spiegato. “Speriamo di non essere forzati a competere ancora per l‘esclusiva”.

SPAGNA, ANCORA NESSUNA NOTIFICA DA PRISA-TELEFONICA

Sulla questione spagnola Mediaset ha ribadito di avere tempo e di non scartare alcuna possibilità.

Telefonica, socia della pay Tv Digital Plus con il 22% come Mediaset Espana, ha raggiunto un accordo con il socio di maggioranza Prisa per rilevarne il 56% per 725 milioni di euro. Mediaset può esercitare il diritto di prelazione entro una ventina di giorni dalla notifica dell‘accordo; potrebbe in teoria lanciare una controfferta o trovare un accordo con Telefonica per spartirsi il controllo di Digital Plus o, infine, uscire di scena.

“Le scelte ora sono a livello di Mediaset Espana, non siamo direttamente coinvolti. Non abbiamo ricevuto alcuna notifica finora da Prisa e Telefonica e quindi è nulla formalmente accaduto”, ha detto il Cfo Marco Giordani in conference call.

“Siamo pronti a supportare come azionisti le scelte del management di Mediaset Espana se basate su un piano convincente”, ha sottolineato.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su.

(Claudia Cristoferi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below