Alitalia,accordo con Etihad sarebbe segno grande ritorno investimenti-Lupi

lunedì 12 maggio 2014 16:57
 

MILANO, 12 maggio (Reuters) - Il governo italiano continua a caldeggiare un partner internazionale per Alitalia mentre i contatti in corso tra la compagnia aerea italiana e il gruppo Etihad sembrano segnare il passo.

"L'accordo con Etihad, se andrà in porto, potrebbe essere un segno di grande ritorno degli investimenti sulla produttività", ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi.

"Siamo un grande Paese industriale a vocazione turistica, il trasporto aereo è fondamentale ed è fondamentale che non venga disperso né regalato a zero euro a chi ha scommesso sul fallimento", ha detto ancora Lupi senza elaborare.

I colloqui per un ingresso di Etihad nel capitale di Alitalia sono iniziati l'anno scorso dopo che il partner storico Air France-Klm, socio con il 25% di Alitalia, non ha partecipato all'aumento di capitale da 300 milioni chiuso in gennaio diluendo la propria quota al 7% circa.

Etihad potrebbe arrivare ad investire fino a 500 milioni nel vettore italiano, ha riferito a Reuters una fonte vicina alla situazione nelle scorse settimane, ma ha chiesto la cancellazione di circa 400 milioni di debito e una riduzione del personale di circa 2.000 dei 14.000 addetti di Alitalia.

La settimana scorsa l'amministratore delegato di Alitalia Gabriele Del Torchio ha incontrato ad Abu Dhabi, sede di Etihad, il numero uno della compagnia araba James Hogan.

Sull'incontro non ci sono stati commenti da parte delle due società ma una fonte vicina alla situazione ha detto che le condizioni poste da Etihad rimangono "durissime".

(Sara Rossi)   Continua...