BORSE EUROPA - Indici in leggero rialzo, occhi su Ucraina

lunedì 12 maggio 2014 10:45
 

INDICI                       ORE 10,30   VAR %   CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                  3187,16      0,1    3.109,00
 FTSEUROFIRST300              1357,97      0,19   1.316,39
 STOXX BANCHE                  198,88      0,14   194,21
 STOXX OIL&GAS                 363,33     -0,02   335,00
 STOXX ASSICURAZIONI           227,23      0,18   228,22
 STOXX AUTO                    502,04      0,31   481,95
 STOXX TLC                     304,67     -0,46   297,60
 STOXX TECH                    274,33      0,92   290,51
    
    PARIGI, 12 maggio (Reuters) - Azionario europeo in modesto
rialzo questa mattina, con la francese Alstom in
evidenza dopo che la Germania ha fatto sapere che sosterrà un
accordo con Siemens.
    Alle 10,30 italiane il FTSEurofirst 300 sale dello
0,19% a 1.357,97 punti.
    Tra le singole piazze, Francoforte +0,3%, Parigi
 -0,11%, Londra +0,27%.
    Alstom - che sta valutando un'offerta del gigante Usa
General Electric per le proprie attività energetiche -
guadagna oltre il 2% in seguito alle dichiarazioni del
cancelliere tedesco Angela Merkel che sabato ha detto che il
governo sosterrà una eventuale operazione tra l'azienda francese
e Siemens, se le due società si muoveranno in questo
senso. 
    In rialzo anche i titoli minerari, grazie alla salita dei
prezzi dei metalli, con Rio Tinto che registra un +2,5%
e BHP Billiton un +1,5%.
    L'umore positivo del mercato, tuttavia, è limitato dalle
tensioni crescenti in Ucraina, dopo il referendum di domenica
nelle province orientali. 
    Circa il 40% delle blue chip europee derivano oltre il 5%
dei loro ricavi dal mercato russo: per l'austriaca Raiffeisen
Bank e la finlandese Nokian Renkaat,
secondo dati MSCI, la percentuale sale rispettivamente al 26% e
al 21%.
    Tra gli altri titoli in evidenza:
    
    * Sky Deutschland prende il 6,3% dopo che BSkyB
 ha confermato i colloqui in corso con 21st Century Fox.
Il titolo di BSkyB arretra del 2% circa.
    * Bank Pekao, la seconda banca polacca e
controllata di Unicredit perde il 3,28% dopo
l'inattesa caduta dell'utile netto nel primo trimestre.
    * La francese Theolia, produttore di energia
eolica, guadagna il 7,14% dopo avere annunciato un fatturato
consolidato in crescita del 43% nel primo trimestre.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia