Beni Stabili corre su indiscrezioni maxi-fusione Sgr, attesa nota

lunedì 12 maggio 2014 11:13
 

MILANO, 12 maggio (Reuters) - Prima parte di seduta in deciso rialzo per Beni Stabili, spinta dalle indiscrezioni di stampa su una maxi-fusione tra Sgr.

Attorno alle 11,10, infatti, il titolo della società immobiliare sale del 2,59%, a 0,6525 euro, dopo aver segnato un massimo di 0,6685 euro.

Sabato scorso, Il Sole 24 Ore ha scritto che la firma della fusione tra Beni Stabili Gestioni, Polaris Real Estate Sgr e Investire Immobiliare è attesa all'inizio di questa settimana.

Secondo quanto riferisce una fonte vicina al dossier, "la firma ancora non c'è, dovrebbe essere apposta nel giro di qualche ora".

Le trattative per creare il polo immobiliare - che diverrebbe la seconda Sgr italiana dopo IDeA Fimit, con asset gestiti per oltre 7 miliardi di euro - sono in corso da mesi. E più volte la stampa ha rilanciato l'indiscrezione. Ora, però, saremmo al rush finale.

Beni Stabili Gestioni fa capo per il 75% alla società quotata, per il 10% a Iccrea Holding e per il 15% a Banca Finnat Euramerica (il titolo reagisce poco alle voci e sale dello 0,58%).

L'istituto della famiglia Nattino è l'azionista di riferimento, con l'80% del capitale, di Investire Immobiliare, che vede, con il restante 20%, la holding Regia di Gilberto Benetton.

I soci di Polaris, infine, sono Fondazione Cariplo (48,28%), Cassa dei Geometri (43,07%) e Fondazione Cassa di Forlì (8,65%).

Post-integrazione, secondo la fonte, "Finnat sarà l'azionista di maggioranza della nuova realtà, che sarà operativa entro la fine dell'anno".   Continua...