BORSE ASIA-PACIFICO - Indici cauti su Ucraina, in rialzo Cina e India

lunedì 12 maggio 2014 08:56
 

INDICE                          ORE 8,30    VAR %   CHIUS. 2013
 MSCI ASIA-PAC.                      478,00   +0,59       468,16
 TOKYO                            14.149,52   -0,35    16.291,31
 HONG KONG                        22.347,93   +2,20    22.656,92
 SINGAPORE                         3.226,76   -0,77     3.167,43
 TAIWAN                            8.808,61   -0,91     8.611,51
 SEUL                              1.964,94   +0,43     2.011,34
 SHANGHAI COMP                     2.051,21   +1,98    2.115,978
 SYDNEY                            5.448,40   -0,23    5.352,214
 MUMBAI                           23.392,68   +1,73    21.170,68
    12 maggio (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono
miste in una giornata in cui persistono i timori che la crisi in
Ucraina possa sfociare in una guerra civile.
    Ma le speranze di riforma del mercato dei capitali in Cina e
la prospettiva di un nuovo governo più business-friendly
dell'attuale in India hanno spinto i rispettivi azionari in
rialzo.
    Intorno alle 8,30 italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, sale
dello 0,59%.
    HONG KONG è trascinata in rialzo dai titoli
dell'immobiliare, dopo le voci che il governo potrebbe cambiare
le imposte di bollo. Cheung Kong Holdings <0001.HK<, controllata
dal miliardario Li Ka-shing, ha preso il 4,5% e New World
Development il 4,3%. Prada è in calo dell'1,39%.
    Bene anche SHANGHAI, dove l'indice composito SSEC ha
toccato i massimi dal 25 aprile. Il Consiglio di Stato cinese ha
detto la scorsa settimana che svilupperà un sistema per
l'emissione diretta di bond da parte dei governi regionali,
accelererà le procedure di approvazione delle Opa e rimuoverà
alcune restrizione all'uso dei derivati.
    SEUL ha chiuso in rialzo, spinta in un rally di fine seduta
da Samsung Electronics. Il ricovero in ospedale
dell'anziano patron Lee Kun-hee ha alimentato le aspettative di
un riassetto del gigante dell'elettronica coreano.
    In controtendenza SINGAPORE, che mostra un leggero calo, con
gli investitori che non vogliono assumere rischi prima della
festività di domani della città-Stato, mentre in Ucraina il
conflitto potrebbe peggiorare.
    MUMBAI ha toccato un nuovo record al rialzo e la rupia è
rimbalzata al livello più alto degli ultimi 10 mesi sulle
aspettative che gli exit polls alle elezioni in corso in India
diano la vittoria al Bharatiya Janata Party che, con i suoi
alleati, potrebbe avere la maggioranza al Parlamento.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia