Monetario, brevissimo sopra refi su crollo eccesso liquidità

venerdì 9 maggio 2014 13:02
 

MILANO, 9 maggio (Reuters) - Tassi a brevissimo in marginale discesa sull'interbancario italiano, al termine di una settimana caratterizzata da una significativa volatilità, legata alla riduzione dell'eccesso di liquidità di circa 100 miliardi, per effetto della minor ricorso da parte degli istituti alle aste di liquidità settimanale e del drenaggio pressocché totale degli acquisti bond da parte della Bce.

A raffreddare le tensioni, l'impegno di Francoforte a nuove misure accomodanti, ribadito ieri dal presidente Mario Draghi al termine di politica monetaria mensile, che sembra profilare un taglio dei tassi a giugno.

"Questa settimana l'eccesso di fondi è sceso di un centinaio di miliardi rispetto a quella precedente, e i tassi, di conseguenza, si sono mossi verso l'alto", ricostruisce un tesoriere.

Sul repo italiano le tre scadenze a brevissimo si sono spinte fino a 0,50%, il doppio del riferimento Bce, confermato ieri, come da attese, al minimo storico dello 0,25%. La settimana scorsa i tassi oscillavano in area 0,20%-0,25%.

Questa settimana le banche della zona euro hanno raccolto circa 129 miliardi nell'operazione di rifinanziamento a sette giorni presso la Bce, contro i 172 miliardi in scadenza.

Parallelamente, sono rientrati in anticipo 1,75 miliardi di fondi a tre anni, raccolti con la duplice operazione Ltro. Inoltre la Bce ha drenato poco meno dei 167,5 miliardi previsti degli acquisti bond 'Smp', mentre la settimana precedente erano stati drenati una settantina di miliardi in meno rispetto allo stesso target.

Oggi l'eccesso di liquidità si attesta a 77 miliardi, contro i circa 180 medi della precedente.

"Vediamo cosa succederà nelle prossime aste di liquidità, di certo il rinnovo dell'impegno della Bce a nuove misure ha raffreddato le tensioni, ma non sono da escludere nuovi rialzi", dice un operatore attivo suò segmento secured, che ha beneficiato del momento decisamente positivo dell'obbligazionario italiano, con il tasso del decennale sceso sotto la soglia del 3% al nuovo minimo dall'introduzione del'euro.

Intorno alle 12,35 su General Collateral Italia l'overnight viaggia in media allo 0,28%, il tom/next allo 0,35%, lo spot/next allo 0,36%, contro le rispettive medie di 0,37%, 0,40%, 040% segnate ieri.   Continua...