Prysmian, al momento Cda non può quantificare meglio danni WL - AD

giovedì 8 maggio 2014 18:41
 

MILANO, 8 maggio (Reuters) - Il Cda di Prysmian, al momento, non è in grado di quantificare meglio i danni dei ritardi nel progetto Western Link.

E' quanto ha detto l'AD Valerio Battista nel corso della conference call di presentazione dei risultati del primo trimestre.

"Il Cda non è in grado di quantificare meglio i danni dei ritardi nell'esecuzione del progetto Western Link", dato che si tratta di "un evento recente, di una settimana fa", ha spiegato Battista.

"Siamo stati impatti da questioni tecniche riguardo a Western Link", ha aggiunto l'AD, "che sfortunatamente è un progetto grande e importante".

Il manager ha spiegato che le "questioni tecniche" sono legate alla produzione di cavi, in particolari a dubbi sull'isolamento. Di conseguenza, pur essendo già stati testati e pronti all'utilizzo in Gran Bretagna, Prysmian ha preferito bloccare la posa dei cavi perché "non siamo del tutti sicuri che non ci possano essere problemi in futuro.

Battista ha sottolineato che si tratta di "un progetto specifico", per quanto "molto importante", che utilizza "una nuova tecnologia, ma è l'unico in cui stiamo utilizzando questa tecnologia".

Nel settore delle utilities, che comprende WL, ha concluso Battista, "ci sono vari contratti in arrivo. E gli ordini ad aprile nelle utilities erano pari a circa 2,6 miliardi".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia