7 maggio 2014 / 17:08 / 3 anni fa

PUNTO 1-Sat, Corporacion America valuta concretamente rialzo prezzo opa

(aggiunge dichiarazione Naldi su ipotesi fusione)

FIRENZE, 7 maggio (Reuters) - Corporacion America sta valutando concretamente se adeguare il prezzo dell'Opa lanciata su Sat, la società che gestisce l'aeroporto di Pisa, ed è ottimista sull'esito di questa Opa e di quella lanciata sull'Aeroporto di Firenze.

Lo ha detto Roberto Naldi, rappresentante in Italia del gruppo argentino, nel corso di una conferenza stampa.

"Se adegueremo il prezzo? Lo stiamo concretamente valutando" ha detto.

"Siamo ottimisti sui risultati delle Opa che sono in corso e pensiamo che una volta finalizzati i processi delle Opa l'alto management di Sat e Adf, insieme con noi, dovrà predisporre un master plan, un business plan e un piano industriale finalizzati all'integrazione del sistema aeroportuale toscano come unico soggetto" ha spiegato.

Secondo Naldi l'esame da parte degli organi societari potrebbe concludersi entro la fine del 2014.

"La fusione per noi è un'ipotesi più razionale. Non è l'unica, ma la fusione mantiene inalterato il listing ed è più facile. Se i soci pubblici ci convincono che la holding è la soluzione migliore, ciascuno inserisce i soldi per garantire l'operazione. Noi per fare questa operazione, ovvero per le due Opa, abbiamo bloccati in banca 175 milioni", ha poi detto il rappresentante italiano di Corporacion America.

Oggi il gruppo argentino ha incassato l'adesione alle due opa da parte della Regione Toscana.

CORPORACION AMERICA VEDE 11,5 MLN PASSEGGERI IN 15 ANNI

Globalmente Corporacion America, in base alle linee strategiche del piano industriale presentato oggi, prevede il raggiungimento degli 11,5 milioni di passeggeri in 15 anni.

"Pisa rimane il principale accesso alla Regione Toscana. L'obiettivo è sviluppare l'infrastruttura attuale per raggiungere il suo massimo potenziale di passeggeri che è previsto in crescita da 4,5 milioni a quasi 7 milioni entro il 2028" in base al piano.

"Per Firenze il numero di passeggeri è previsto in crescita da 2 milioni a quasi 4,5 milioni entro il 2030, se si realizzerà la nuova pista" spiega il piano. "Secondo noi per la realizzazione delle infrastrutture è probabile che su Firenze ci debba essere un apporto da parte dei soci" ha aggiunto Naldi, quantificando gli investimenti in "220-230 milioni".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below