Prisa balza in borsa dopo offerta Telefonica per pay tv

mercoledì 7 maggio 2014 10:27
 

7 maggio (Reuters) - Le azioni del gruppo spagnolo Prisa sono balzate del 14% in apertura dopo l'offerta da 725 milioni di euro da parte di Telefonica per una quota di controllo nella sua attività di pay tv Dts.

In una mossa per ridurre il suo debito da 3 miliardi, Prisa sta cedendo asset come la divisione tv satellitare Distribuidora de Television Digital (Dts), che opera col nome Canal+ ed è il più grande operatore spagnolo nella pay tv.

L'offerta di Telefonica è per il 56% di Dts, di cui detiene già il 22%. Mediaset Espana, controllata di Mediaset , che detiene il restante 22% di Dts, non ha fatto commenti, così come Prisa.

"Non escludiamo che Prisa dica che l'offerta è troppo bassa per fare maggior pressione su Telefonica e tentare di convincerla ad alzarla", spiega l'analista di Kepler Cheuvreux Inigo Egusquiza in una nota ai clienti.

Alle 10,15 il titolo Prisa sale del 10,63% a 0,437 euro per azione mentre Telefonica è in calo dello 0,13% a 11,87 euro.

Comunicando la sua offerta, Telefonica - che ha lanciato un take over da 8,6 miliardi sulla tedesca E-Plus, per il quale attende l'ok dall'Ue - non ha spiegato come intende pagare la quota.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia