Fiat apre in forte ribasso con volumi dopo target piano ambiziosi

mercoledì 7 maggio 2014 09:21
 

MILANO, 7 maggio (Reuters) - Fiat-Chrysler (Fca) è in forte ribasso alle prime battute, con volumi elevati, dopo l'annuncio del piano industriale giudicato troppo ambizioso da parte degli analisti in termini di volumi e di riduzione del debito.

Alle 9,15 Fiat perde il 7% a 7,86 euro con scambi a oltre 10 milioni di pezzi, da una media giornaliera di 16,7 milioni.

Secondo uno studio di Exane Bnp Paribas, i target al 2018 diffusi ieri sembrano essere "eccessivamente ottimisti su volumi, margini e soprattutto sulla riduzione del debito".

L'analista di Exane dice che i risultati del trimestre sono stati del 24% inferiori alle stime e rappresentano un segnale "dei rischi al ribasso associati al piano".

La banca ritiene che Fiat potrebbe "raggiungere alcuni dei target operativi, principalmente per Jeep e Ram", ma "anche i più positivi avranno difficoltà a giustificare la riduzione del debito attesa nel periodo 2016-18".

Secondo l'analista, Fiat sta esplorando la strada di un convertendo, ma esclude per ora un aumento di capitale, anche se si tiene aperta l'opzione.

Secondo Isi Autos, i target in termini di volumi "sollevano qualche dubbio". L'analista cita in particolare le attese di un aumento della quota di mercato in Brasile al 26,6% dal 21,5% del 2013 e l'obiettivo di 400.000 Alfa al 2018, mentre nella mgiliore delle ipotesi Isi stima 350.000.

Anche Isi parla di dati del trimestre deludenti.

  Continua...