Sorgenia, "forse siamo arrivati al dunque" - Saviotti in vista vertice mercoledì

lunedì 5 maggio 2014 13:39
 

MILANO, 5 maggio (Reuters) - L'AD di Banco Popolare , Pierfrancesco Saviotti, si dice fiducioso sull'incontro previsto mercoledì fra le banche creditrici e gli azionisti di Sorgenia, la Cir e gli austriaci di Verbund, per discutere del piano di salvataggio della società energetica alle prese con una grave crisi di liquidità.

"Aspettiamo questo incontro, diamo per scontato che sia per mercoledì, forse siamo arrivati al dunque. L'intelligenza dovrebbe essere tale da consentire un dialogo che risolva il problema. Mi auguro che ci possa essere una soluzione condivisa, ma è una speranza non una certezza", ha così commentato il banchiere a margine dell'incontro annuale della Consob.

Secondo fonti vicine al dossier, quello di mercoledì dovrebbe essere un incontro a livello di funzionari, ma non di vertici, quindi non ancora risolutivo per raggiungere un'intesa definitiva.

Sempre a margine dell'incontro in Consob odierno, il presidente onorario della Cir, Carlo De Benedetti, si è limitato a dire "io sono fuori" dalla partita, mentre l'AD di Cir, Rodolfo De Benedetti, ha detto "stiamo lavorando".

Sorgenia, gravata da un indebitamento che sfiora quota 1,9 miliardi di euro, sta trattando con le banche per ridurre il debito di almeno 600 milioni. La proposta delle banche prevede un aumento di capitale da 400 milioni, riservato agli istituti, con conversione dei crediti in azioni ed emissione di un convertendo di 200 milioni e nuova finanza per 256 milioni. In caso di non partecipazione da parte degli attuali azionisti, Cir vedrebbe azzerare la propria quota in Sorgenia.

(Andrea Mandalà, Elisa Anzolin)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...